Senza titolo-1

Marta Valpiani Rosso 2014

Il Marta Valpiani Rosso è un Romagna Sangiovese al 100%. Nelle parole del produttore ne scopriamo le caratteristiche:

E’ il nostro “classico” o vino base, e nasce dall’assemblaggio delle vigne poste sia sul lato nord che sul versante sud di Bagnolo, dove a nord abbiamo terreni costituiti da creta azzurra e sasso spungone e a sud invece, da argille rosse e da calcare intervallati da vene di sabbia.

Nell’annata 2014 è stato prodotto solo questo vino, per l’esattezza 5.666 bottiglie, selezionando uve in 10 ettari di vigneto, a causa di un’annata agronomica particolarmente difficile.
La risultante è stato un vino completamente diverso, lieve e leggero, con ricordi che vanno dalla peonia al profumo di rosa dopo un intenso temporale, a dispetto però dell’annata piovosa non ha note vegetali nè tannini verdi.

 

Note tecniche: Raccolta a mano in bins da 5.qli riempiti per metà.

 

Vinificazione: Diraspatura con sola separazione dei raspi, fermentazione in piccole vasche di plastica da 700 litri con follature manuali senza controllo delle temperature, le macerazioni si protraggono finchè il mosto non è completamente a secco, dopodichè viene svinato e resta sulle fecce fini per qualche settimana.

 

L’85% del vino ha maturato in barriques di quinto e sesto passaggio per completare la malolattica fino ad aprile, dopodiché affina in acciaio per un altro anno.

 

Il vino non viene chiarificato né stabilizzato.

 

Gradazione alcolica: 12,50% vol

Acidità totale: 5,90 g/l

pH: 3,44

Zuccheri residui: 0,60 g/l

Abbinamenti: Poularde de Bresse aux truffe noir, piccione allo spiedo con porcini e asparagi, fegato di maiale in salsa d’alloro, anatra all’arancio. 

Temperatura di servizio consigliata: 15-16 °C.

 

Non raffreddare sotto i 5 °C, il vino potrebbe subire una precipitazione tartarica.

 

Il messaggio floreale su questa etichetta: sul Marta Valpiani Rosso è disegnato un papavero. Questo fiore spontaneo cresce nei campi dissodati e sui bordi delle strade. E’ un fiore semplice, ed è stato da sempre oggetto di leggende e credenze popolari, per questo mi è piaciuto, in quanto il MVR è il nostro vino base ed  incarna la mia idea di vino quotidiano. Nel linguaggio dei fiori il papavero simboleggia l’orgoglio sopito, ma anche quello della consolazione nella mitologia greca, oltre che quello della semplicità.

Fonte: www.vinimartavalpiani.it

 

0 commenti

Rispondi

Vuoi partecipare alla discussione?
Lascia un commento!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *